L'agnellino e il pesciolino

C'era una volta un fratellino e una sorellina che si volevano molto bene. Ma la loro mamma era morta ed essi avevano una matrigna che li odiava e faceva loro, di nascosto, tutto il male che poteva. Un giorno essi giocavano con altri bambini su di un prato davanti a casa, e accanto al prato c'era uno stagno che arrivava a lambire un lato della casa. I bambini giocavano a rincorrersi, e ogni tanto riprendevano la conta: Lasciami, lasciami, ti lascerò, all'uccellino io poi ti darò, e lui la paglia mi cercherà, che alla vacchina io poi darò, e lei il suo latte mi darà, che al fornaio io poi darò, e lui la torta mi farà, che al gattino io poi darò, e lui i topini mi cercherà, che nel camino io poi appenderò e affetterò. Cantando formavano un cerchio, e quello a cui toccava la parola 'affetterò' doveva scappare, e gli altri lo rincorrevano e lo acchiappavano. Mentre si rincorrevano, così allegri, la matrigna li stava a guardare dalla finestra, irritata.
8.2/10 - 49 voti






Le più belle fiabe dei fratelli Grimm














Donations are welcomed & appreciated.


Thank you for your support.